Papa: Cristiani perseguitati anche in Paesi che tutelano diritti

Città del Vaticano, 14 set. (LaPresse) - "Mentre contempliamo e celebriamo la santa Croce, pensiamo con commozione a tanti nostri fratelli e sorelle che sono perseguitati e uccisi a causa della loro fedeltà a Cristo. Questo accade specialmente là dove la libertà religiosa non è ancora garantita o pienamente realizzata". Lo ha detto Papa Francesco prima della preghiera dell'Angelus. "Accade però - ha aggiunto - anche in Paesi e ambienti che in linea di principio tutelano la libertà e i diritti umani, ma dove concretamente i credenti, e specialmente i cristiani, incontrano limitazioni e discriminazioni. Perciò oggi li ricordiamo e preghiamo in modo particolare per loro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata