Papa: Credenti e non credenti collaborino per superare ingiustizie

Città del Vaticano, 8 giu. (LaPresse) - In questo momento di crisi, "è fondamentale garantire e sviluppare l'impianto complessivo delle istituzioni democratiche, alle quali nei decenni trascorsi hanno contribuito in modo determinante, leale e creativo i cattolici italiani. In un momento di crisi come l'attuale è dunque urgente che possa crescere, soprattutto tra i giovani, una nuova considerazione dell'impegno politico, e che credenti e non credenti insieme collaborino nella promozione di una società dove le ingiustizie possano essere superate e ogni persona venga accolta e possa contribuire al bene comune secondo la propria dignità e mettendo a frutto le proprie capacità". Così Papa Francesco si è rivolto al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al termine del loro incontro ufficiale in Vaticano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata