Papa: Chiesa senza frontiere crea ponti di solidarietà al posto di barriere

Città del Vaticano, 7 ago. (LaPresse) - Il mendicante che incontra Pietro e Giovanni al Tempio non trova denaro ma "il nome che salva l'uomo: Gesù Cristo il Nazareno". "Qui appare il ritratto della Chiesa, che vede chi è in difficoltà, non chiude gli occhi, sa guardare l'umanità in faccia per creare relazioni significative, ponti di amicizia e di solidarietà al posto di barriere. Appare il volto di una Chiesa senza frontiere che si sente madre di tutti". Così Padre Francesco nell'Udienza generale nell'Aula Paolo VI.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata