Papa: Cattolici non facciano figli come conigli, serve paternità responsabile

Roma, 19 gen. (LaPresse) - "C'è chi crede che per essere buoni cattolici dobbiamo essere come conigli", ma "il cristiano non deve fare figli in serie". Lo ha detto Papa Francesco sul volo che da Manila lo ha condotto in Italia, secondo quanto riporta Vatican Insider di La Stampa. Il Santo Padre ha fatto riferimento all'importanza della "paternità responsabile". "Ho rimproverato una donna che era all'ottava gravidanza - ha raccontato Bergoglio - e aveva avuto sette parti cesarei: vuole lasciare orfani i suoi figli? Non bisogna tentare Dio...". Per il Papa "tre figli per famiglia" sono "il numero importante per mantenere la popolazione. Quando scende sotto questa soglia, accade l'altro estremo, ciò che avviene in Italia, dove nel 2024 - ho sentito, non so se è vero - non ci saranno i soldi per pagare i pensionati".

Papa Francesco è tornato anche a parlare della libertà di espressione che "deve tener conto della realtà umana e per questo dico che deve essere prudente".Il Santo Padre ha chiarito quanto espresso alcuni giorni fa (quando aveva mimato il gesto del pugno verso il suo amico Alberto Gasbarri), spiegando che "una reazione violenta non è buona, è cattiva sempre", ma "siamo umani" e per questo è necessario essere prudenti, proprio per evitare di "ricevere una reazione non giusta".

L'aereo con a bordo Papa Francesco è atterrato alle ore 17.38 all'aeroporto di Roma-Ciampino. Prima di rientrare in Vaticano il Papa si è recato, come è sua consuetudine, alla Basilica di Santa Maria Maggiore per ringraziare la Salus Populi romani del felice esito del suo viaggio Apostolico in Sri Lanka e nelle Filippine.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata