Palermo, sequestrati beni per 10 milioni a imprenditore della carne

Palermo, 5 dic. (LaPresse) - La polizia di Palermo ha sequestrato beni per oltre dieci milioni di euro a Girolamo Taormina, 32 anni, imprenditore nel settore della commercializzazione e distribuzione di carne. Il provvedimento, eseguito dalla sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo, ha riguardato quattro aziende, due supermercati, due immobili e un noto locale notturno. Taormina è considerato dagli investigatori "elemento emergente del mandamento mafioso di Tommaso Natale". L'imprenditore sarebbe riuscito a imporsi nel mercato "sfruttando la forza di intimidazione" nata "dalla sua affiliazione a Cosa Nostra".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata