Palermo, furbetti del cartellino in azione all'assessorato regionale alla Salute

In Sicilia 42 dipendenti dell’Assessorato Regionale alla Salute sono stati accusati di assenteismo e dovranno rispondere dei reati di truffa aggravata, accesso abusivo al sistema informatico e false attestazioni e certificazioni. 11 si trovano agli arresti domiciliari, altrettanti hanno l’obbligo di firma e 20 sono stati denunciati a piedi libero. I finanzieri di Palermo hanno scoperto i “furbetti del cartellino” che si scambiavano badge e con l’utilizzo improprio dei pc aziendali riuscivano in modo sistematico ad attestare false presenze. Sono stati ripresi mentre facevano la spesa o andavano dal parrucchiere.