Ostia, aggressione giornalisti: Spada e complice a processo il 30/3
L'Ordine dei giornalisti e la Federazione nazionale stampa italiana si sono costituiti parte civile. A piazzale Clodio anche la sit-in di Articolo 21 e Rete No bavaglio

Sono stati rinviati a giudizio Roberto Spada e Ruben Nelson Alvez del Puerto, accusati dell'aggressione ai giornalisti Daniele Piervincenzi e Edoardo Anselmi avvenuta a Ostia lo scorso 7 novembre. I due rispondono di violenza privata e lesioni aggravate dal metodo mafioso. La prima udienza del processo è fissata il 30 marzo presso la nona sezione collegiale del tribunale di Roma.

In mattinata si è tenuto anche il sit in promosso in piazzale Clodio da Articolo 21 e Rete No bavaglio. La testata data da Spada a Piervincenzi, dice il presidente dell'Fnsi Giuseppe Giulietti "è stata data sulla faccia di tutti i cronisti. Soprattutto quelli che sono precari". 'Mai più soli' è lo slogan scelto dai promotori del sit in durante il quale è stato ricordato che, nel solo 2017, sono stati 423 in Italia i giornalisti vittime di violenze o intimidazioni. Alla manifestazione, oltre alla Fnsi, hanno aderito anche Odg e Usigrai.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata