Operazione antidoping a Lucca, le intercettazioni
Sei persone agli arresti domiciliari e altre 17 indagate. Sono i numeri di un'operazione che vede coinvolta una delle maggiori squadre del ciclismo dilettantistico italiano, la Altopack Eppela. Gli atleti, alcuni giovanissimi, venivano incoraggiati dal presidente della squadra a fare uso di sostanze dopanti. Tra i fermati ci sono Luca Franceschi, presidente della società (ai domiciliari), l'ex direttore sportivo del Team, Elso Frediani, il preparatore atletico Michele Viola, e farmacista Andre Bianchi, che riforniva la squadra di farmaci vietati dalla normativa sul doping in assenza di prescrizione medica. Frediani e Viola devono rispondere anche dell'accusa di aver commercializzato farmaci dopanti attraverso canali diversi dalle farmacie aperte al pubblico con l'aggravante, per il proprietario del team, di aver commesso i fatti da iscritto alla Federazione ciclistica italiana. L'indagine è partita in seguito alla morte di Linas Rumsas, 21enne e giovane promessa del ciclismo, morto improvvisamente il 2 maggio.