Omicidio Vannini, Ciontoli: Ero convinto che Marco non fosse grave

Roma, 30 set. (LaPresse) - "Ho pagato la mia troppa sicurezza essendo convintissimo che la situazione non fosse così grave. E purtroppo ho sbagliato". Così Antonio Ciontoli, imputato nel processo di appello bis per l'omicidio di Marco Vannini, nelle dichiarazioni spontanee rese in aula.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata