Omicidio Vannini, 14 anni ad Antonio Ciontoli e 9 ai familiari
Omicidio Vannini, 14 anni ad Antonio Ciontoli e 9 ai familiari

Le condanne nel processo di appello bis per la morte di Marco Vannini

Quattordici anni di carcere. È la condanna per Antonio Ciontoli nel processo di appello bis per l'omicidio (volontario con dolo eventuale) di . La corte ha condannato a 9 anni e quattro mesi di carcere la moglie di Ciontoli, Maria Pizzillo e i due figli Federico e Martina. Accolte le richieste della procura generale che chiedeva una condanna a 14 anni di carcere per omicidio volontario di tutta la famiglia, nella cui casa venne ferito mortalmente il 21enne di Cerveteri morto nel 2015 e, in subordine, la condanna a 9 anni e 4 mesi per Pizzillo e i due figli, mantenendo il concorso nell'omicidio. All'appello bis si arriva dopo la pronuncia della Cassazione che ha annullato la condanna per omicidio colposo e chiesto di riconoscere il reato di omicidio volontario con dolo eventuale.

"La giustizia esiste, dovete lottare sempre" ha dichiarato Marina Conte, mamma di Marco Vannini. "Finalmente dopo piu di cinque anni siamo riusciti a dimostrare quello che era palese fin dall'inizio. Marco è morto in quella casa e loro non lo hanno soccorso. Se lo avessero fatto sarebbe ancora qui" ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata