Omicidio Sacchi, i killer non erano soli

Si continua a indagare sulla morte di Luca Sacchi, ucciso con un colpo di pistola alla testa a Roma, anche dopo il fermo dei due ventenni che sono accusati di omicidio e di rapina. Il racconto della fidanzata della vittima non convince gli inquirenti: dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza non si vede nessuno colpire la ragazza che sarà riascoltata dai pm. Inoltre, secondo le ultime indiscrezioni, Valerio Del Grosso e Paolo Pirino non erano soli la sera dell'omicidio. Le forze dell'ordine sono sulle tracce di alcuni ragazzi che avrebbero fatto da intermediari per la vendita di droga e che avrebbero anche consegnato la pistola al killer.