Omicidio Fortuna, figlia Caputo: Mio padre non è un mostro
Raimondo Caputo è accusato di aver ucciso la piccola Fortuna Loffredo a Caivano

"Io conosco mio padre e non può avere fatto quelle cose. Lui ha sempre fatto il padre, e Marianna (la compagna, ndr) è una donna sincera. Io andavo sempre a trovarli, erano felici". Lo ha detto in esclusiva a 'Pomeriggio 5' la figlia di Raimondo Caputo, accusato di essere l'orco che ha violentato e ucciso brutalmente la piccola Fortuna Loffredo gettandola dall'ultimo piano del palazzone dell'Iacp al Parco Verde di Caivano. "E lui sarebbe un mostro? Lui non è l'orco. Lui piange in carcere, non sa perché è dentro. Io lo avrei schifato se fosse stato lui che abusava dei bambini", ha aggiunto la giovane.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata