Omicidio Fortuna, compagna Caputo tenta suicidio in carcere
Lo riferisce a LaPresse Angelo Pisani, avvocato della famiglia Loffredo

Ha tentato di suicidarsi nel carcere di Pozzuoli la compagna di Raimondo Caputo, accusato di aver molestato sessualmente e ucciso nel parco Verde di Caivano, in provincia di Napoli. Lo riferisce a LaPresse Angelo Pisani, avvocato della famiglia Loffredo, che ha spiegato come la donna, detenuta per aver coperto gli abusi del compagno su alcuni bambini, è ora in isolamento. "Su questo tentativo ci sono tre ipotesi: una presa di consapevolezza del dolore subito dalle piccole: ha compreso che siamo sulle sue tracce per accertare la verità oppure potrebbe voler tentare di confondere la situazione giocando la carta dell'incapacità di intendere o volere", ha aggiunto.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata