Omicidio di una 81enne a Genova: fermato il vicino di casa
Avrebbe agito per procurarsi i soldi per la droga

 I carabinieri di Genova hanno fermato un cuoco 34enne, Pierluigi Bonfiglio, per l'omicidio di una vicina di casa, Anna Carla Arecco, di 81 anni. Il giovane avrebbe confessato di averla uccisa per procurarsi i soldi per la droga. Il corpo dell'anziana è stato trovato sotto il letto del 34enne dalla madre del giovane.

onfiglio abita coi genitori nello stesso stabile della vittima, di cui i familiari hanno denunciato la scomparsa sabato. L'ipotesi è che sia stata uccisa venerdì sera. La madre di Bonfiglio aveva raramente accesso alla sua camera, in sua assenza è entrata per fare le pulizie, ha visto macchie di sangue e ha trovato il corpo sotto al letto. Ha quindi chiamato i carabinieri, che hanno rintracciato il giovane. Il movente, ha spiegato il 34enne, è stato procurarsi soldi per la cocaina. Bonfiglio è in cura al Sert e ha anche una dipendenza dall'alcol. La vittima è stata colpita con un corpo contundente con 3-4 colpi alla testa, l'uomo l'avrebbe attirata in casa propria con una scusa e dopo averla uccisa sarebbe entrato nell'appartamento dell'anziana per rubare denaro e oggetti preziosi.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata