Olimpiadi 2026, Appendino: "No alleanza con Milano, penalizzerebbe Torino"
Sala, invece, si era detto pronto a collaborare

"Le Olimpiadi con Milano noi non le vogliamo fare", Chiara Appendino ha chiarito la sua posizione, in Consiglio comunale in occasione della votazione per la delibera della candidatura alle Olimpiadi invernali del 2026. "Non riesco a capire perchè dovremmo dire sì a un'alleanza che penalizzerebbe il nostro territorio", ha ribadito la sindaca di Torino. 

La delibera per la candidatura di Torino a ospitare le Olimpiadi invernali del 2026 è stata approvata dal Consiglio comunale: tra i 31 presenti, 22 hanno votato a favore, 1 voto contrario e 8 gli astenuti. "Sono orgogliosa del lavoro che abbiamo fatto", ha dichiarato Appendino. "Non abbiamo nessuna paura di portare avanti la candidatura", ha aggiunto, precisando che la delibera verrà trasmessa al Coni lunedì.

Di altro avviso è invece il sindaco di Milano che al momento della votazione per la delibera per la candidatura della sua città ha derri: "Continuo a manifestare la disponibilità a lavorare in combinazione con altre candidature". "Non arriviamo a una scelta figlia di un condizionamento politico, sarebbe un errore, una macchia per il nostro Paese", ha aggiunto Sala.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata