Olbia, faceva abusare figlio 13enne dagli amici: condannato a 9 anni

Nuoro, 2 ott. (LaPresse) - Un 62enne residente in un paese in provincia di Olbia è stato condannato dai giudici del tribunale di Tempio a nove anni di carcere perché consentiva ad alcuni suoi amici di abusare del figlio di 13 anni dopo averlo fatto ubriacare. La vicenda giudiziaria risale al 2002, quando in Procura arrivò una segnalazione degli assistenti sociali intervenuti per capire il motivo delle ripetute assenze da scuola del ragazzino. A loro il 13enne parlò degli abusi che era costretto a sopportare, raccontando che il padre permetteva che due suoi amici approfittassero di lui e che, per evitare che si ribellasse, prima gli facevano bere alcuni bicchieri di birra.

I carabinieri riuscirono a individuare in poco tempo gli autori delle violenze, che però risultarono non processabili perché considerati incapaci di intendere e volere. L'accusa di violenza sessuale su minore rimase così solo a carico del genitore, che ieri, così come chiesto dalla pubblica accusa, è stato condannato a nove anni di reclusione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata