Nuvole e temporali: il meteo del 31 gennaio e del 1 febbraio
Continua il maltempo al centro e al Sud

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per oggi, mercoledì 31 gennaio.

Nord: molto nuvoloso per nubi basse inizialmente sulle regioni del settore occidentale seppure con scarsa probabilità di fenomenologia se non sulla Liguria di levante e sulle aree appenniniche emiliane, ove permarrà probabilità di precipitazioni seppure non copiose; - foschie e nebbie diffuse, in temporaneo diradamento nelle ore centrali della giornata, permarranno sulle aree pianeggianti, nelle valli e sui litorali adriatici; nuvolosità irregolare in aumento sulle aree alpine e prealpine con assenza di fenomeni precipitativi, che risulteranno invece più probabili, in modo isolato o come pioviggini, sui settori orientali del Triveneto; poco o parzialmente nuvoloso sul resto del settentrione ma con tendenza ad aumento progressivo della nuvolosità su tutto il settore.

Centro e Sardegna: molto nuvoloso con addensamenti compatti bassi su alta Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo e Sardegna nord-occidentale, con possibili fenomeni precipitativi sull'isola, sulla Toscana appenninica settentrionale e su medio-basso Lazio dalle ore pomeridiane; cielo poco o parzialmente nuvoloso per nuvolosità non significativa ma con nuvolosità in aumento sulle restanti aree del settore; formazione di foschie dense e locali banchi di nebbia lungo i litorali e nelle aree montane ed interne nottetempo.

Sud e Sicilia: nuvolosità irregolare con annuvolamenti consistenti su Molise, Puglia garganica e regioni tirreniche ma con scarsa probabilità di fenomeni se non locali pioviggini sulle propaggini meridionali della Calabria tirrenica; nuvolosità non significativa sul resto del settore; al primo mattino e dopo il tramonto formazione di foschie dense e locali banchi di nebbia lungo il litorale adriatico, in Puglia e nelle aree tirreniche ed interne della Campania.

Temperature: minime generalmente stazionarie tranne su zone alpine, Abruzzo e sud peninsulare ove risulteranno in flessione; in lieve aumento su Pianura Padana occidentale, Sardegna e regioni medio tirreniche. Massime in calo su arco alpino e prealpi, rilievi appenninici centro-settentrionali, sud peninsulare; in lieve rialzo su val padana, aree costiere adriatiche ed isole maggiori; stazionarie sulle restanti aree.

Venti: generalmente deboli dai quadranti settentrionali con rinforzi sulle regioni ioniche; deboli meridionali sulla Liguria con rinforzi off shore; deboli o moderati sud-occidentali sulle regioni tirreniche.

Mari: molto mosso il mar Ligure; mossi il mare di Sardegna, ed il Tirreno centrale, lo Ionio meridionale; poco mossi i restanti bacini. Da poco mossi a mossi gli altri bacini.
domani

 

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per domani, giovedì 1 febbraio.

Nord: cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni sparse, a carattere nevoso sui rilievi alpini e prealpini, oltre i 1000 metri su quelli orientali, ed oltre i 700 metri su quelli occidentali, ed a carattere di pioggia o rovescio al mattino sulla Liguria centrorientale, in intensificazione, e tendente ad assumere carattere temporalesco, dal pomeriggio su quest'ultima e sul Friuli-Venezia Giulia centrosettentrionale; foschie dense al primo mattino sulla pianura padano-veneta.

Centro e Sardegna: molte nubi su marche, regioni tirreniche ed aree appenniniche con deboli precipitazioni sparse al mattino sulle regioni tirreniche, più concentrate sulla Toscana centrosettentrionale, in generale intensificazione dal pomeriggio, ed in particolare sulla Toscana settentrionale, dove assumeranno anche carattere temporalesco e sulle aree interne del Lazio meridionale. Generalmente velato sul resto del settore.

Sud e Sicilia: molte nubi sulle regioni tirreniche e sulla Sicilia centroccidentale, con piogge o rovesci sparsi, al mattino sulla Campania, in estensione dal tardo pomeriggio alla Sicilia tirrenica e dalla serata e Basilicata occidentale; cielo inizialmente sereno sulle restanti zone con nuvolosità medio-alta in veloce arrivo dalla tarda mattinata.

Temperature: minime in lieve diminuzione sulle aree alpine e sulla Sardegna centrosettentrionale, stazionarie o in lieve aumento in Pianura Padana, in aumento più marcato altrove; massime in diminuzione sulle aree alpine e prealpine, stazionarie o in lieve aumento sulle due isola maggiori, in aumento più marcato altrove.

Venti: moderati dai quadranti meridionali al centro-sud, con locali rinforzi sul levante ligure ed alta Toscana, in generale sensibile intensificazione dalla seconda parte della mattinata; deboli variabili al nord.

Mari: molto mosso il mar Ligure; da molto mosso ad agitato il Tirreno centrosettentrionale; da mossi a molto mossi il Tirreno meridionale e l'Adriatico; da poco mossi lo ionio e lo stretto di Sicilia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata