Nuovo successo per Vega: in orbita Aeolus, satellite che studierà i venti
È la prima del 2018 e la dodicesima consecutiva andata a buon fine dal suo viaggio inaugurale nel febbraio del 2012

Nuova missione di successo per Vega, il lanciatore europeo progettato, sviluppato e realizzato in Italia da Avio. È la prima del 2018 e la dodicesima consecutiva andata a buon fine dal suo viaggio inaugurale nel febbraio del 2012. Vega ha posizionato correttamente in orbita Aeolus, satellite dell'Esa, l'Agenzia spaziale europea, confermando la sua affidabilità: è la prima volta che un nuovo lanciatore esegue i primi 12 lanci dall'esordio senza alcuna anomalia.

La missione è partita dal centro spaziale di Kourou, in Guyana francese, mercoledì alle 18.20 ora locale, le 23.20 in Italia. Aeolus sarà il primo satellite a fornire profili del vento su scala globale. Grazie a un potente laser, permetterà di migliorare la conoscenza delle dinamiche e dei processi tropicali relativamente alle variazioni climatiche e di migliorare e rendere più affidabili le previsioni meteorologiche.

"Ancora un successo per Vega, il lanciatore europeo realizzato in gran parte in Italia a Colleferro - rimarca Giulio Ranzo, amministratore delegato di Avio - Dodici lanci consecutivi di successo rappresentano un record mondiale assoluto in termini di affidabilità e confermano la leadership europea nel settore dei lanciatori".

Vega è un vettore di ultima generazione studiato per trasferire in orbita bassa, tra 300 e 1.500 km dalla Terra, satelliti per uso istituzionale e scientifico per l'osservazione del pianeta e il monitoraggio dell'ambiente. Finanziato per il 65% dall'Italia e realizzato nello stabilimento Avio di Colleferro, vicino a Roma, Vega è in grado di mettere in orbita satelliti di massa fino a 2000 kg e completa la famiglia dei lanciatori europei. Nel 2019 sarà disponibile Vega C, la nuova e più performante versione del lanciatore con una capacità di oltre il 60% superiore a quella di Vega. Nel 2019 sarà disponibile anche il nuovo Ssms (Small Spacecraft Mission Service), un adattatore e dispenser che permetterà di portare in orbita contemporaneamente fino a 30 satelliti di piccole dimensioni con Vega/Vega C, garantendo così accesso allo Spazio a prezzi competitivi anche a questa fascia di mercato. Nel frattempo, Avio sta già lavorando per il 2024 a un'ulteriore evoluzione, Vega E, che consentirà di incrementare ulteriormente la capacità di carico e la competitività di costo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata