Nubi, piogge e temporali sparsi: il meteo del 6 e 7 giugno
Le previsioni dell'aeronautica militare

 Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per mercoledì 6 giugno.

Nord: al mattino cielo da parzialmente a nuvoloso, con maggiore nuvolosità su nord ovest, dove non si esclude qualche breve precipitazione su settori alpini del Piemonte e Liguria. Tendenza nel corso del giorno ad un progressivo aumento della nuvolosità con piogge e temporali sparsi dapprima su settori alpini e prealpini e nel pomeriggio anche sulle aree pianeggianti. Verso sera, si attenuano le precipitazioni e tende a diradarsi la nuvolosità, tuttavia residue precipitazioni risulteranno ancora probabili su Piemonte occidentale e tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia.

Centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso o coperto sulla Sardegna con piogge e rovesci sparsi in parziale attenuazione nelle ore serali. Nuvolosità irregolare sulle regioni peninsulari, alternata ad ampi spazi di sereno al mattino, mentre maggiori addensamenti sono possibili nel pomeriggio, specie in prossimità dei rilievi appenninici, ove non si esclude qualche isolata e breve precipitazione.

Sud e Sicilia: al mattino schiarite alternate ad annuvolamenti, quest'ultimi risulteranno più consistenti su Puglia e Molise ove saranno possibili anche isolate precipitazioni. Nel corso del giorno aumento della nuvolosità alta e sottile su Sicilia e settori tirrenici mentre la nuvolosità su Puglia e Molise tende a diradarsi, ma permane la possibilità di qualche isolato piovasco.

Temperature: minime in lieve rialzo su arco alpino e prealpino, ponente ligure e Sardegna; in calo su Romagna, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia orientale; senza sostanziali variazioni altrove; massime in aumento su Emilia-Romagna orientale, centro peninsulare, Molise, Campania e su Calabria e Sicilia tirreniche; in diminuzione su Valle d'Aosta, aree alpine e prealpine, Sardegna occidentale, Puglia, Calabria tirrenica e Sicilia centromeridionale; stazionarie sul resto del Paese.

Venti: deboli meridionali sulla Liguria e variabili sul resto del paese con prevalenza del regime di brezza e locali rinforzi orientali o nordorientali sulle due isole maggiori.

Mari: mossi mar ligure occidentale, mare e canale di Sardegna ed il basso Tirreno; da poco mossi a mossi lo stretto di Sicilia e lo Ionio; poco mossi i restanti bacini, con temporaneo aumento del moto ondoso nel pomeriggio sul tirreno orientale.
 

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per giovedì 7 giugno.

Nord: cielo generalmente molto nuvoloso o coperto con rovesci e temporali sparsi che dalle aree alpine, prealpine ed appenniniche tenderanno a coinvolgere dalla tarda mattinata anche i settori pianeggianti; i fenomeni saranno più diffusi e frequenti sull'area sudoccidentale piemontese, dove assumeranno localmente anche carattere intenso; atteso un generale e deciso miglioramento serale, salvo fenomeni convettivi che si attarderanno su Piemonte e settore emiliano-romagnolo.

Centro e Sardegna: cielo coperto sulla Sardegna con rovesci e temporali diffusi, anche intensi nelle ore pomeridiane sul settore occidentale dell'isola; dalla serata assorbimento dei fenomeni sull'area meridionale. Molte nubi anche sulle regioni peninsulari con deboli piogge e temporali che dal settore appenninico si estenderanno nel pomeriggio alle restanti zone; in serata si attenuano i fenomeni su gran parte delle aree adriatiche, mentre peggiora ulteriormente sulle regioni tirreniche e sull'Umbria, dove sono attese precipitazioni convettive diffuse, anche intense sul Lazio.

Sud e Sicilia: nubi compatte sul Molise con deboli piogge e qualche locale rovescio, limitato alle ore pomeridiane; cielo sereno o velato sul restante meridione, salvo qualche innocuo annuvolamento più consistente atteso al mattino su Campania e Sicilia.

Temperature: minime in lieve calo sul ponente ligure; stazionarie o in lievissimo rialzo sulla Pianura Padana, Sardegna orientale e Puglia salentina; in aumento altrove, più deciso su Lazio e regioni tirreniche meridionali; massime in calo su Veneto centrosettentrionale, Friuli-Venezia Giulia, Sardegna settentrionale ed orientale, coste ioniche della Basilicata e sulla Sicilia orientale; senza variazioni di rilievo su Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria di ponente, Emilia-Romagna occidentale e lungo le aree costiere delle regioni centrali adriatiche; in tenue rialzo sul resto del Paese, più marcato al meridione tirrenico.

Venti: da deboli a moderati settentrionali sulla Sardegna e dai quadranti orientali sulla Sicilia; deboli variabili altrove, con prevalenza del regime di brezza.

Mari: da mossi a molto mossi lo stretto di Sicilia ed il basso Ionio; mossi il mare e canale di Sardegna ed il basso Tirreno; mosso il mar Ligure ad ovest, ma con moto ondoso in attenuazione dal pomeriggio; generalmente poco mossi gli altri bacini.
 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata