Nubi compatte, ma le temperature aumentano: le previsioni del 14 e 15 settembre
Ancora giornate nuvolose, ma le temperature invernali sono lontane

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per la giornata di giovedì 14 settembre

Nord: molte nubi attese sulla Liguria centrale e di levante con precipitazioni inizialmente deboli ma che gradualmente tenderanno a divenire più consistenti, assumendo dal pomeriggio caratteristica di temporale. Ampi spazi di cielo sereno sul resto del settentrione ma con nuvolositù aumento con piogge sparse su Valle d'Aosta e alto Piemonte in estensione alla Lombardia, Emilia Romagna occidentale e sulle aree di nord est. Sul Friuli Venezia Giulia i fenomeni risulteranno diffusi ed anche localmente di forte intensità a partire dal tardo pomeriggio. Deciso miglioramento su Valle d'Aosta, Piemonte, e parte occidentale della, Lombardia. 


Centro e Sardegna: nuvolosità compatta ed accompagnata da piogge o locali temporali interesserà l'alta Toscana, in modo particolare le aree costiere, l'immediato entroterra e le zone appenniniche prospicienti; locali addensamenti ma fenomeni di particolare rilievo tenderanno a sostare per gran parte della giornata su Lazio ed Umbria in parziale estensione alle zone più interne di Marche ed Abruzzo; ampi spazi di sereno attesi sul resto delle regioni peninsulari e sulla Sardegna. 


Sud e Sicilia: irregolarmente nuvoloso sulla Campania, ma senza piogge associate; in prevalenza sereno o al più poco nuvoloso su tutte le rimanenti regioni meridionali.

Temperature: massime in lieve aumento sulle regioni del medio e alto adriatico; in lieve flessione al sud; stazionaria sulle altre zone. Minime in lieve aumento sulle regioni del centro e sull'Emilia Romagna. Venti: da moderati a forti sud occidentali sulla Liguria, Toscana e sulla Romagna. Deboli variabili sulle altre zone con locali rinforzi di vento occidentale sulle Marche e sulla Campania. Mari: agitato il Ligure; mosso il Tirreno, stretto di Sicilia e l'alto Adriatico; poco mossi i restanti bacini con moto ondoso in aumento sull'Adriatico centrale e settentrionale.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata