Nozze gay, Codacons presenta istanza di assegnazione ad altro collegio

Roma, 28 ott. (LaPresse) - "Molte volte il Consiglio di Stato si è pronunciato a tutela dei cittadini, come quando bocciò l'aumento delle tariffe idriche o l'incremento dei pedaggi autostradali tuttavia è innegabile che, specie su materie così delicate, le ideologie esistono e contano, e possono influire sulle sentenze, in un senso o nell'altro. Per tale motivo e a tutela non solo dei ricorrenti, ma dello stesso giudice investito dalle critiche, abbiamo chiesto oggi di assegnare il giudizio ad un altro collegio giudicante". Lo scrive il Codacons in una nota, dopo la decisione del Consiglio di Stato sulle trascrizioni in Italia dei matrimoni omosessuali celebrati all'estero.

"A giorni - spiega il Codacons - il Consiglio di Stato decide su un analogo appello presentato dal Ministro Angelino Alfano e dai prefetti contro la sentenza del Tar che, accogliendo il ricorso del Codacons presentato per conto di alcune coppie omosessuali, aveva bocciato la circolare del ministero contro le trascrizioni. Alla luce di quanto emerso ieri sulle ideologie manifestate dal giudice Deodato che dovrà pronunciarsi sul medesimo tema - si legge nella nota - il Codacons ha deciso di presentare oggi una istanza al Consiglio di Stato affinché il giudizio sia assegnato ad altro collegio giudicante.

"Il Codacons - si legge nella nota - ha deciso di presentare una istanza di assegnazione ad altro collegio su un ricorso d'appello presentato dal Ministero dell'Interno al Consiglio di Stato, relativo ad un ricorso sulle trascrizioni delle nozze gay vinto dall'associazione al Tar del Lazio. Appello che sarà deciso ancora una volta dal relatore Carlo Deodato, il giudice che nei giorni scorsi è stato accusato dalle associazioni lgbt di 'essere di parte e da tempo contrario alle nozze gay".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata