No Tav, l'arresto di Nicoletta Dosio. Gli attivisti ai carabinieri: "Vergogna"

Proteste a Bussoleno per l'arresto della storica leader No Tav Nicoletta Dosio, che deve scontare una condanna definitiva per una manifestazione del 2011. L'attivista, 73 anni, ha rifiutato i domiciliari e per un breve periodo la pena è stata sospesa; lunedì però il beneficio è stato revocato e i carabinieri sono andati a prenderla per portarla in carcere a Torino. I militanti hanno circondato l'auto dei militari con la donna a bordo al grido "Vergogna". Parole di sostegno e incoraggiamento, invece, per l'amica: "Resisti, siano con te".