Nigeria, don Pallù torna a casa. L'arrivo all'aeroporto di Firenze
"Questa brutta storia è finita. Firenze ti accoglie a braccia aperte. Bentornato Don Maurizio!". Con queste parole il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha accolto all'aeroporto Amerigo Vespucci di Peretola, don Maurizio Pallù, il sacerdote itinerante del Cammino neocatecumenale, che era stato rapito nel sud della Nigeria e poi liberato. Don Maurizio Pallù è tornato a Firenze per riabbracciare l'anziana madre Laura, che vive in una casa di Novoli, il quartiere della zona nord della città dove il religioso è cresciuto