Nevica, Roma nel caos

Roma, 4 feb. (LaPresse) - Roma nel caos tra disagi e polemiche. A generarli l'abbondante nevicata che ha colpito la capitale nelle ultime 24 ore. La città eterna si è svegliata stamane sotto una coltre bianca che in più zone arrivava a sfiorare i 40 cm. Roma è stata colta impreparata da un evento atmosferico annunciato da una settimana, ed è finita in ginocchio. Traffico in tilt e gente nel panico: 16mila le chiamate arrivate al 113 e oltre 200 gli interventi effettuati. 13mila quelle ricevute dal 118 con quasi 4000 interventi. Ritardi e limitazioni negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino. Che Roma fosse impreparata ad affrontare la nevicata non lo ha nascosto nemmeno il sindaco Gianni Alemanno che sottolineando come il comune e gli enti preposti a gestire l'emergenza abbiano "fatto l'impossibile", ha scaricato la responsabilità della cattiva gestione al servizio meteorologico nazionale colpevole di aver effettuato "previsioni riduttive" chiedendo la costituzione di una commissione d'inchiesta. "Ci hanno portato fuori strada - ha spiegato il primo cittadino della Capitale - le previsioni del servizio nazionale che parlavano di nevicate ordinarie a partire dalla serata di ieri, venerdì, mentre ha iniziato a nevicare a mezzogiorno e abbiamo avuto una nevicata più forte di quella dell'85". Le dichiarazioni di Alemanno hanno scatenato una querelle con il capo della protezione civile Franco Gabrielli che dopo aver evidenziato "alcuni dubbi sulla adeguatezza del sistema anti-neve della capitale" ha bacchettato il sindaco che "conosceva le previsioni". Sulla capitale è tornato il sole, ma permangono ancora forti disagi alla viabilità. Le linee della metropolitana hanno continuato a funzionare regolarmente sia ieri che oggi, mentre il servizio di superficie, teoricamente potenziato, ha subito ritardi e cancellazioni che hanno infastidito i cittadini romani costretti ad attendere a lungo gli autobus alle rispettive fermate. Molti disagi si sono registrati nella zona nord di Roma dove, tra via del Forte Trionfale e via Cortina d'Ampezzo sono caduti molti rami, spezzatisi per il peso della neve e molte strade sono del tutto impraticabili. Adesso Roma teme il calo della colonnina di mercurio, che secondo le previsioni dovrebbe scendere fino a -7°C tra domenica e lunedì e tra gli abitanti di alcune zone della città cresce la paura di rimanere senza generi di prima necessità e alcuni supermercati, dove si presentano lunghe file, sono stati presi d'assalto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata