Nettuno, bimba di 8 anni muore in incidente stradale: al volante c'era il padre ubriaco
L'uomo aveva la patente revocata da nove anni ed è risultato positivo all'alcol test. Grave anche la sorellina di 6 anni

Ha perso la vita a 8 anni su una strada di periferia di Nettuno, in una calda notte agostana. La bimba è morta sul colpo dopo essere stata sbalzata dalla vettura, per poi essere schiacciata dalla stessa quando si è capovolta. Alla guida il papà, risultato positivo all'alcol test e a cui avevano revocato la patente nel 2009 per guida in stato di ebrezza e uso di sostanze stupefacenti. A bordo anche la figlia più piccola di 6 anni, trasportata d'urgenza in ospedale di Anzio dal 118, è grave ma non in pericolo di vita.

Ancora non è chiara la dinamica dell'incidente, avvenuto in via Frati, alle porte di Roma, dopo la mezzanotte. Secondo le prime testimonianze Gabriele Maddonni, 39 anni, viaggiava ad alta velocità quando avrebbe perso il controllo della vettura, andando a sbattere contro un palo della luce. L'urto avrebbe fatto ribaltare più volte sulla strada la macchina. Sul posto sono intervenuti i poliziotti del commissariato di Anzio e la polizia stradale, ma per la bambina già all'arrivo dei soccorsi non c'era già più nulla da fare.

I vigili del fuoco hanno estratto la sorellina di 6 anni, ferita alla gambe, poi la corsa in ospedale. Poco dopo anche la mamma delle bambine è arrivata all'ospedale, dove ha avuto un malore dovuto allo choc ed è stata ricoverata. Maddonni, invece, per paura di essere aggredito dai familiari, dopo essere stato medicato è fuggito, rifugiandosi in una località vicina a Nettuno. Dopo un paio d'ore di ricerche la polizia lo ha trovato e per lui è scattata la denuncia per omicidio stradale. Sul caso indaga la Procura di Velletri, che ha disposto l'autopsia sul corpo della vittima.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata