Ndrangheta, imputato a Torino svela luogo sepoltura Stefanelli

Torino, 4 apr. (LaPresse) - Un punto nella campagna tra Leinì e Volpiano, nel canavese. E' il punto dove sarebbero sepolti Antonio e Antonino Stefanelli e Franco Mancuso, uccisi nel '97 in una "guerra" tra famiglie della 'ndrangheta. Lo ha sostenuto oggi, a sorpresa, in una dichiarazione spontanea durante il processo Stefanelli a Torino Rosario Marando, uno degli imputati. Dopo le sue parole, il pm Roberto Sparagna, il presidente della corte di assise Pietro Capello e Marando sono partiti dal Palagiustizia per Volpiano. Marando indicherà loro il luogo esatto dell'occultamento dei cadaveri. Marando, accusato di omicidio, ha dichiarato di essere innocente e di essere stato sul luogo dei delitti solo dopo gli omicidi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata