Napolitano: Colpito da semplicità parole Francesco

Roma, 13 mar. (LaPresse) - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ha seguito l'annuncio dell'elezione dell'arcivescovo di Buenos Aires, Jorge Mario Bergoglio, al Soglio Pontificio, a quanto si apprende, ha condiviso l'emozione del Paese per il suo discorso ed è rimasto colpito dalla semplicità delle parole pronunciate nella lingua nostra e della sua famiglia d'origine in Piemonte.

"Il popolo italiano - è il messaggio invitato invece dal premier Mario Monti - si stringe attorno a Vostra Santità, che accoglie con affetto e gioia ricolmi di speranza e fiducia. Gli italiani, legati da una storia speciale con il popolo argentino, oggi si riconoscono nel nome del loro Patrono, il Santo di Assisi, uniti a tutto il mondo nella ricerca della giustizia e della pace, insieme a Vostra Santità, che con l'Italia condivide le radici e il nome. Interpretando i sentimenti di tutti gli italiani, a nome del Governo e mio personale, rivolgo a Vostra Santità le espressioni del più caloroso e deferente omaggio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata