Napoli, tenta di uccidere il fratello con un cacciavite: arrestato
Tutto è partito da una lite nata per motivi di denaro

Ha tentato di uccidere il fratello con un cacciavite. E' successo questa notte a Somma Vesuviana, in provincia di Napoli. Al culmine di una lite tra due fratelli, rispettivamente di 30 e 36 anni, scoppiata per motivi di denaro, il fratello più piccolo ha afferrato il punteruolo e ha colpito il 36enne al torace all'altezza del cuore. I carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna sono intervenuti sul luogo dell'aggressione, in via Vignariello, trovando l'arma usata.

La vittima è stata trasportata d'urgenza dal 118 all'ospedale di Nola, ma per l'aggravarsi delle condizioni il 36enne è stato trasferito all'opsedale San Giovanni di Dio Ruggi D'Aragona a Salerno. L'uomo è stato immediatamente operato ed è in pericolo di vita. L'arma è stata sequestrata e il fratello 30enne arrestato.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata