Napoli, si è ucciso il professore indagato per abusi sessuali sulle allieve
Napoli, si è ucciso il professore indagato per abusi sessuali sulle allieve

L'uomo, docente del liceo 'Giambattista Vico', si è sparato un colpo al petto. Era accusato di aver avuto una relazione con due studentesse

Vincenzo Auricchio, 53 anni, docente del liceo 'Giambattista Vico' arrestato nei giorni scorsi per atti sessuali con alcune allieve, si è sparato al petto poco dopo le 14 nella sua casa di Quarto, in provincia di Napoli. L'uomo, che probabilmente non ha retto la vergogna di essere coinvolto in una indagine così infamante, avrebbe utilizzato la sua pistola, regolarmente registrata, per togliersi la vita. Auricchio insegnava matematica ed era stimato sia dai colleghi che dalla preside della scuola superiore al centro dell'inchiesta della Procura di Napoli.

Dalle indagini era emerso che da alcuni mesi aveva una relazione con una studentessa, che si è ingelosita e ha denunciato tutto quando ha scoperto che il docente scambiava messaggi d'amore anche con una sua compagna.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata