Napoli, sequestrata ditta clandestina griffe false: 6mila etichette

Napoli, 16 nov. (LaPresse) - Sequestrata dalla polizia di Stato a Napoli una fabbrica clandestina di abbigliamento con griffe false. Denunciato il proprietario del locale e un giovane che vi lavorava dentro. Nella mattinata di ieri, in via Alessandro Poerio a Napoli, un 39enne residente nel comune di Giugliano in Campania, è stato fermato dagli agenti delle volanti della polizia per un normale controllo. I poliziotti si sono accorti che l'uomo trasportava numerosi capi di abbigliamento recanti griffe, contraffatte. Gli agenti hanno effettuato una perquisizione domiciliare nell'abitazione dell'uomo e, accortisi del possesso di varie chiavi, la perquisizione è stata estesa anche in un locale terraneo, anche questo in Giugliano in Campania.

Nel locale è stata scoperta una vera e propria fabbrica del falso di capi d'abbigliamento trendy. E' stato sorpreso a lavorare un 24enne di Melito di Napoli, risultato essere colui che aveva la disponibilità del locale. Sequestrate 7 macchine da cucire, 2 presse, 16 telai per la serigrafia, 6mila etichette di varie griffe, 300 etichette in cuoio, prive di qualsiasi marchio, 35 tute ginniche recanti marchio Adidas e Ralph Lauren, 15 maglie recanti marchi di Harmont & Blaine e Burberry, 9 pantaloni Harmont & Blaine, 6 maglioni Fred Perry e 14 camicie Burberry. I due uomini sono stati denunciati, in stato di libertà e in concorso tra loro perché responsabili del reato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con marchi falsi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata