Napoli, scambio di droga durante colloquio in carcere: scoperti
Colpevoli un 33enne, ritenuto affiliato al clan Polverino, e una 24enne

Tentano di passare hashish da un detenuto all'altro durante i colloqui in carcere ma vengono scoperti. I carabinieri del reparto operativo di Napoli hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare per detenzione e spaccio di stupefacente in concorso emessa dal gip di benevento a carico di due coniugi, un 33enne di Mugnano, attualmente ristretto nel carcere di Melfi e destinatario di custodia cautelare in carcere, ritenuto affiliato al clan Polverino e una  24enne, di Chiaiano, destinataria dell'obbligo dimora nel comune di Napoli.

I carabinieri nel corso di indagini, coordinate dalla procura beneventana, hanno scoperto che l'uomo durante un colloquio nel carcere di Benevento - dove scontava la detenzione per reati associativi - aveva dato disposizioni alla moglie di consegnare hashish alla sorella di un altro affiliato allo stesso clan e detenuto anch'egli nello stesso istituto di pena, approfittando dei colloqui con i familiari. La donna tentò la 'consegna' lo scorso 19 novembre durante un colloquio nel carcere di Benevento ma fu scoperta dalla polizia penitenziaria che la arrestò, sequestrandogli 80 grammi di hashish nascosti nelle scarpe.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata