Napoli, raffineria di cocaina gestita dal clan: 5 arresti
Sequestrata droga per oltre 3 milioni di euro

Avevano messo in piedi, in un appartamento di San Giuseppe Vesuviano, nel napoletano, una vera e propria raffineria attrezzata con tutto il necessario per la lavorazione e l'estrazione di cocaina da spacciare in tutta l'area della provincia di Napoli. La scoperta è degli uomini della polizia tributaria del capoluogo partenopeo che hanno sorpreso nel laboratorio cinque persone, tutte finite in manette. Tra loro due esponenti del clan Gallo-Limelli-Vangone di Torre Annunziata, leader già da diversi anni dell'importazione di grossi carichi di cocaina dal Sud America e dello spaccio nel'hinterland napoletano. Gli altri arrestati sono tre colombiani con cittadinanza spagnola che avevano il compito di far arrivare la droga in Italia e insegnare ai referenti sul posto il processo di estrazione, abbattendo così i costi del commercio di stupefacente. Durante il blitz i finanzieri hanno trovato e sequestrato oltre 7 chili di cocaina purissima, pronta a essere spacciata, e altri 20 litri di cocaina liquida per un valore di oltre 3 milioni di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata