Napoli, droga sui tetti recuperata con canna da pesca
È stata denominata 'Pesca Velenosa' l'indagine della polizia che aveva individuato una vera e propria holding della droga con base operativa a Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Nella mattina di giovedì le forze dell'ordine hanno arrestato 5 persone e notificato la comparizione davanti alla polizia giudiziaria per altre due. Il sistema di spaccio prevedeva che le sostanze stupefacenti fossero custodite sul tetto di un palazzo pericolante. Per recuperare la merce si faceva una vera e propria pesca con una canna. Da qui il nome dell'operazione. Il recupero era accessibile solo agli spacciatori perché utilizzavano un amo con un pendente ricoperto di nastro adesivo. Non è tutto: tra loro, gli arrestati utilizzavano un linguaggio in codice per coprire l'intermediazione della vendita: la droga era chiamata "maglione". Grazie alle indagini sono stati ricostruiti almeno 30 episodi di spaccio tra Torre Annunziata e Torre del Greco