Napoli, De Gregorio chiede patteggiamento per compravendita senatori

Napoli, 27 giu. (LaPresse) - L'ex senatore Sergio De Gregorio ha chiesto di poter patteggiare al processo, in corso a Napoli, sulla presunta compravendita di senatori in cui è imputato con Silvio Berlusconi e l'ex direttore de 'L'Avanti', Valter Lavitola. Il suo difensore, Carlo Fabbozzo, ha proposto una pena, sospesa, a un anno e 8 mesi di reclusione sulla quale dovrà esprimersi il gup, Amalia Primavera il 19 luglio, quando è stata fissata la prossima udienza. La procura ha già dato parere positivo e l'avvocato di De Gregorio si dice "ottimista per questa soluzione". Il gup dovrà anche decidere sul rinvio a giudizio chiesto dalla procura per Silvio Berlusconi e Valter Lavitola. Intanto l'Italia dei valori e il suo leader, Antonio di Pietro, hanno chiesto di costituirsi parte civile. Analoga richiesta è stata presentata dal Codacons. Sia quella formulata dall'Idv sia quella del Codacons sono state ammesse dal gup, che invece ha respinto la costituzione di parte civile di Di Pietro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata