Napoli, calciatore dilettante ucciso a coltellate. L'omicida si costituisce

Una settimana fa tra i due c'era stato un violento scontro in discoteca. Poi una nuova lite, finita in tragedia

Si è costituito nella notte l'omicida di Raffaele Perinelli, il giovane calciatore di 21 anni morto per una coltellata ricevuta la notte scorsa, durante una lite. L'aggressore, 31 anni e precedenti per furto, si è costituito mentre i carabinieri di Napoli erano già sulla sue tracce.
Una settimana fa tra i due c'era stato un violento litigio in discoteca. Sabato il nuovo incontro e la lite tra i due, vicini di casa, si è riaccesa, finendo in tragedia: il 31enne ha accoltellato a morte il ragazzo che è morto poco dopo l'arrivo in ospedale.
L'uomo è ora detenuto nel carcere di Poggio Reale con l'accusa di omicidio volontario.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata