Napoli, agguato a Scampia, vittima fuggita da killer in cortile scuola

Napoli, 5 dic. (LaPresse) - Luigi Lucenti, il pregiudicato di 50 anni ucciso a Napoli nel cortile della scuola materna Montale, a Scampia, aveva cercato di sfuggire ai suoi sicari rifugiandosi nel cortile della scuola davanti a casa sua. La vittima dell'agguato, infatti diversamente da quanto appreso inizialmente dagli investigatori, non era nel cortile della scuola per andare a prendere suo figlio alla fine delle lezioni, ma abitava in un palazzo di fronte. E lì i suoi assassini lo hanno sorpreso e poi lo hanno inseguito per ucciderlo. Lucenti è stato ferito a morte con diversi colpi d'arma da fuoco. A quanto accertato dai carabinieri, il 50enne non risulta affiliato a clan camorristici della zona di Scampia e Secondigliano, anche se abitava nella zona del clan Abbinante degli Scissionisti protagonisti di una faida con i cosiddetti Girati della Vanella Grassi. L'uomo però aveva precedenti per ricettazione ed estorsione. I bambini che erano all'interno della scuola per una recita non si sono fortunatamente resi conto di quanto accaduto fuori dalla loro scuola.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata