Napoli, aggredisce la ex per indurla a prostituirsi: in manette

Napoli, 13 lug. (LaPresse) - L'intervento, nella serata di ieri, degli agenti della sezione volanti dell'ufficio prevenzione generale di Napoli, è stato provvidenziale per una giovane romena di 23 anni, minacciata e malmenata dall'ex convivente, dal quale si era separata 8 mesi fa e dalla cui unione, 5 anni fa, è nata una bambina. V. L. C., pregiudicato di 26 anni, non ha esitato a malmenare la giovane donna, minacciandola anche con un grosso coltello da cucina, al fine d'indurla a prostituirsi. Entrambi vivono all'interno del campo nomadi in Via Brecce S. Erasmo. La vittima, sfuggita alla furia dell'uomo, era riuscita a rinchiudersi nella sua casa quando l'uomo, salito a bordo del suo furgone, dopo aver ingranato la marcia, si è diretto contro la baracca abbattendo sia la parte in muratura che in legno, provocandone il crollo, per poi scappar via a piedi. L'aggressore è stato arrestato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata