Napoli, 45 arresti per spaccio: bimbi usati per confezionare
Colpo al clan camorrista degli Elia

Bimbi utilizzati per confezionare dosi di cocaina o per consegnarle, estorsioni ai pusher e a un ristoratore, altri bambini e molte donne coinvolte nello spaccio di droga. Sono alcuni degli elementi emersi da un'indagine dei carabinieri di Napoli che ha portato all'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare a carico di 45 persone. Sono ritenute responsabili di associazione di tipo mafioso e di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, spaccio di droga, estorsioni e detenzione e porto illegale di armi, reati aggravati dal metodo mafioso. L'indagine ha permesso di ricostruire l'organigramma del clan camorristico degli Elia, che controlla gli affari illeciti nel centro di Napoli dalla zona del Pallonetto a Santa Lucia, tra piazza del Plebiscito e via santa Lucia, a ridosso del lungomare.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata