Napoli, 1400 chili di sigarette di contrabbando nascosti sotto stoviglie
Individuato un furgone con targa italiana privo di qualsiasi insegna

I militari del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli, impegnati nel contrasto al fenomeno del contrabbando, hanno svolto dei controlli volti al contrasto deel contraqbbando di sigarette nell'area metropolitana di Napoli e provincia. Durante un controllo i finanzieri hanno individuato, sulla direttrice Roma-Napoli, un furgone con targa italiana privo di qualsiasi insegna e condotto da un uomo sospetto.
 

II mezzo è stato pedinato fino all'altezza di Caianello (CE) e successivamente sottoposto ad un controllo documentale. I preliminari accertamenti hanno fatto emergere che la documentazione era falsa. Il guidatore, un napoletano di 47 anni, è stato controllato in modo più approfondito.

Nascosti sotto stoviglie e tovaglioli di carta nel camion c'erano oltre 1.400 kilogrammi di tabacchi lavorati esteri di contrabbando di marca "Regina" presumibilmente provenienti dalla Grecia. Il valore delle sigarette è stato stimato in oltre 200 mila euro. Al termine dell'operazione è stato tratto in arresto, in flagranza di reato, l'autista del furgone utilizzato per il trasporto: l'uomo è stato portato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata