Morto 'faccia da mostro': fu indagato su stragi di mafia
Aveva 71 anni, stroncato da un malore mentre era in barca

È morto Gianni Aiello, meglio noto come 'Faccia da mostro', ex poliziotto coinvolto in in alcune vicende giudiziarie nell'ambito della trattativa Stato - mafia. Aveva 71 anni ed è stato stroncato da un infarto mentre si trovava sulla sua barca. Lo scrive il 'Quotidiano del sudì': "Aiello viveva in località Calalunga di Montauro, in provincia di Catanzaro. Ed è qui che è morto mentre stava tirando la sua barca a riva. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la squadra Mobile per gli accertamenti necessari".

Diversi pentiti lo accusavano di aver avuto un ruolo nei principali delitti di mafia degli anni Ottanta e Novanta, fino alla strage che uccise il giudice Paolo Borsellino in via D'Amelio. Si sarebbe aggirato sulla scena delle strani. Il nomignolo 'Faccia da mostro' era dovuto al suo volto sfigurato da una fucilata. Non è chiaro se sul suo corpo verrà effettuata un'autopsia. 

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata