Morte Astori, Firenze sgomenta per la scomparsa: "Ciao Capitano"
Dal mondo della politica a quello dello sport, il capoluogo toscano esprime il cordoglio per il giocatore

La notizia della morte del capitano della Fiorentina Davide Astori, scoperta questa mattina nell'albergo di Udine dove era in ritiro con la squadra, è arrivata a Firenze nella domenica del voto. In città l'interesse era soprattutto per i risultati delle elezioni. Ma la politica ha lasciato il posto allo sconcerto.

Tra i primi ad esprimere il cordoglio per la scomparsa di Astori è stato il segretario del Pd Matteo Renzi, ex primo cittadino di Firenze e grande tifoso della Fiorentina. "Mi sembra impossibile. Sono incredulo e piango con la sua famiglia e con tutta la Fiorentina. Ciao Capitano. #Astori", ha scritto su Twitter il segretario del Pd. Sempre su twitter il sindaco di Firenze Dario Nardella ha scritto: "Sgomento e profondo dolore per la terribile notizia della scomparsa improvvisa di Davide Astori. Tutta Firenze si stringe intorno alla sua famiglia e alla Acf Fiorentina. Ciao capitano".

Tra gli attestati di cordoglio giunti dal mondo della politica fiorentina spicca quello del presidente del Consiglio regionale della Toscana e membro del Coni, Eugenio Giani, "Con sconcerto - ha scritto Giani - apprendo della drammatica e prematura scomparsa del nostro capitano, Davide Astori. Un lutto che investe tutto il mondo del calcio. Conoscevo Davide, persona seria, umana, legata a Firenze. Non posso che ricordarlo così e adesso, senza di lui, rimarrà un vuoto incolmabile. Mi stringo alla famiglia a cui faccio le più sincere condoglianze. Il nostro 'capitano' ci mancherà!". Anche il ministro dello sport Luca Lotti, che come Renzi è impegnato nella competizione elettorale, ha affidato a twitter il suo stato d'animo. "La scomparsa improvvisa di Davide Astori, capitano della Fiorentina e difensore della nazionale azzurra - ha scritto il ministro -, è un grande dolore. Perdiamo un atleta e un uomo straordinario. Un abbraccio alla sua famiglia e alla Fiorentina".

L'Arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori, in una nota, ha espresso "cordoglio e partecipazione al dolore della famiglia" e ha assicurato "la sua preghiera", sottolineando che "tutta la Chiesa fiorentina è vicina ai suoi cari e alla società tramite il cappellano della squadra don Massimiliano Gabbricci".

Il tifo viola è rimasto sgomento. In un post su facebook l'Associazione tifosi fiorentini ha scritto:"Una parola in più sarebbe fuori luogo. Riposa in pace Capitano". Intanto, striscioni e fiori sono comparsi allo stadio Franchi, dove molte persone stanno iniziando a radunarsi in attesa del ritorno della squadra da Udine. "Ciao Capitano, per sempre con noi", recita uno striscione sui cancelli dello stadio di Firenze "Ti ricorderemo per sempre", un altro cartello sotto ad un mazzo di fiori. Già diversi i tifosi presenti fuori dallo stadio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata