Morta di parto a Catania, il marito: Avevo famiglia, ora non ho niente
Valentina Milluzzo è deceduta la scorsa settimana dopo un doppio parto abortivo al Cannizzaro

"Io oggi dovevo avere una famiglia, dovevo avere una moglie e una bambina. Ora non ho più niente. Ci sembra ingiusto che una persona entri in ospedale sana e piena di vita e ne esca morta". A 'La vita in diretta' parla Francesco Castro, marito di Valentina Milluzzo, morta la scorsa settimana dopo un doppio parto abortivo all'ospedale Cannizzaro di Catania.

Castro ha poi fornito la sua versione sulle ultime ore di vita della moglie, in contrasto rispetto a quanto emerso dall'indagine degli ispettori del ministero: "Quel giorno, il 29, ci viene detto che uno dei gemelli era un maschietto e l'altra una femminuccia. Poco dopo ci viene riferito del problema dell'utero aperto. Ci siamo precipitati per vedere cosa stesse succedendo, e abbiamo visto Valentina che si torceva del dolore. Io ho visto solo l'infermiera e le ho chiesto dove fosse il dottore. Lei ha risposto dicendo che il sabato e la domenica il medico non era disponibile".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata