Monza, ritrovata a Parigi bimba scomparsa da comunità Seregno
La piccola era sparita il primo gennaio 2016 dopo essere stata prelevata dalla madre 38enne

E' tornata in Italia la bambina di un anno scomparsa il primo di gennaio 2016 dopo essere stata prelevata dalla madre, marocchina di 38 anni con problemi di dipendenza dalla cocaina, dalla comunità protetta di Seregno (Monza) in cui entrambe erano ospiti sin dalla nascita della minore. La piccola si trovava a Parigi, in Francia, da una zia materna. La mamma è detenuta al carcere di Brescia: era stata arrestata a inizio anno per sequestro di persona e sottrazione di incapace. Il 31 dicembre scorso aveva chiesto ai servizi sociali di Sesto San Giovanni (Milano), a cui era affidata la bimba, di cui non aveva la potestà, un permesso per uscire dalla struttura in cui vivevano insieme; ma l'indomani nessuna delle due vi aveva fatto ritorno. La donna si era recata in Francia dove abita una zia, ignara dei piani della nipote.

Dopo qualche giorno aveva fatto ritorno in Italia, chiedendo alla parente di badare alla figlia mentre lei, diceva, avrebbe sistemato alcuni documenti per trasferirsi a Parigi. Le manette erano scattate al rientro della 38enne in Brianza. Ad intercettarla erano stati i carabinieri di Seregno che, grazie alla ricostruzione della rete di amicizie e contatto della donna, negli scorsi giorni sono riusciti a rintracciare la bambina oltralpe. I militari dell'Arma hanno contattato la zia parigina e, credendo nella sua buona fede, hanno chiesto e ottenuto la sua collaborazione per far rientrare la bimba in Italia. Atterrata in mattinata all'aeroporto Malpensa, verrà nuovamente affidata ai servizi sociali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata