Montecitorio sotto assedio, incidenti e cariche tra polizia e Usb

Roma, 14 set. (LaPresse) - Carica delle forze dell'ordine davanti a Montecitorio, dove era in corso un presidio dell'Usb, Unione sindacati di base, per protestare contro la manovra. Alcuni minuti fa sono state lanciate dal presidio un paio di bombe carta, a quel punto le forze dell'ordine hanno chiuso la piazza ed ora hanno caricato. La piazza è avvolta in una nube di fumo, dopo che i manifestanti hanno lanciato fumogeni, uova, scarpe, bottiglie di vetro, vernice uova marce e anche un'interiora di animale. Le forze dell'ordine hanno spinto i manifestanti con le cariche verso il Pantheon. In fiamme le tende da campeggio montate sulla piazza.

I manifestanti dell'Usb, dopo gli scontri di piazza Montecitorio, si sono poi diretti in un corteo non autorizzato verso il Colosseo. Piazza Venezia è presidiata dalle fiamme gialle e dai vigili urbani.

"Oggi è successo qualcosa di grave, a nulla è servita la nostra indignazione fatta sentire sotto ai palazzi del potere". Così i manifestanti in presidio sotto al Colosseo dove il corteo dell'Usb è arrivato dopo gli scontri di Montecitorio. Una bordata di fischi ha accompagnato la notizia dell'approvazione della manovra: l'appuntamento è per il 15 ottobre quando ci sarà la giornata della rabbia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata