Modena, primario aggredito con acido: fermato un 59enne
Indagini hanno consentito di accertare l'esistenza di un movente passionale alla base del gesto

I carabinieri del comando provinciale di Modena hanno eseguito un decreto di fermo emesso dalla procura della Repubblica di Modena nei confronti di D.A., 59enne modenese, indagato per tentato omicidio e lesioni personali aggravate. Il fermato è ritenuto responsabile dell’aggressione ai danni di Stefano Tondi, primario di cardiologia dell’Ospedale di Baggiovara, e del figlio Michele, avvenuta nella serata del 10 novembre scorso presso la loro abitazione di Vignola (in provincia di Modena).

Le indagini, rese complesse anche a causa della zona particolarmente isolata in cui è avvenuta l’aggressione, hanno consentito di accertare l'esistenza di un movente passionale alla base del gesto compiuto da D.A.. I particolari saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che sarà tenuta alle ore 11 dal procuratore della Repubblica di Modena presso il comando provinciale carabinieri di Modena.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata