Minaccia prostituta con un coltello per fare sesso: denunciato 80enne
Non voleva pagare in anticipo la donna

Un 80enne ha minacciato con un coltello una prostituta pretendendo una prestazione sessuale. Un pensionato reggiano è finito così nei guai. Con l'accusa di tentata violenza sessuale e minaccia aggravata i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Reggio Emilia hanno denunciato alla Procura reggiana l' 80enne residente a Reggio Emilia, incensurato. L'uomo, secondo quanto accertato dai carabinieri, era un cliente 'affezionato' della prostituta, una 45enne cittadina cinese che si prostituisce nella sua abitazione ubicata nel quartiere Santa Croce a Reggio Emilia. Ieri mattina l'uomo aveva concordato con la prostituta un appuntamento per fare sesso a pagamento. L'uomo è entrato in casa e dopo essersi accomodato nella camera da letto alla richiesta della prostituita di darle in anticipo i soldi per la prestazione sessuale a pagamento l'uomo ha tirato fuori un coltello con una lama lunga 5 cm intimando alla donna di spogliarsi.

La donna, impaurita, dopo essersi denudata parzialmente è fuggita dalla camera uscendo da casa urlando. I carabinieri hanno bloccato l'uomo conducendolo poi  in caserma dopo aver recuperato il coltellino gettato nel pavimento dell'abitazione che veniva sequestrato. In caserma l'anziano - riferiscono i militari -  si è giustificato precisando che avrebbe perso la ragione alla richiesta dei soldi in anticipo in quanto, sebbene senza soldi, avrebbe comunque pagato la prostituta come fatto per le 150 prestazioni sessuali a pagamento che ha riferito di aver ricevuto nel recente passato. L'80enne, incensurato, è stato quindi denunciato alla Procura reggiana per tentata violenza sessuale e minaccia aggravata.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata