Milano, vigile uccide un suo superiore e si toglie la vita
E' accaduto negli uffici della polizia locale di San Donato Milanese

Tragedia vicino Milano. Un agente della polizia locale di San Donato Milanese di 52 anni ha sparato al petto al suo vicecomandante, 49 anni, e poi ha rivolto l'arma verso di sé per togliersi la vita. All'origine dell'episodio, secondo quanto si apprende, un attrito fra i due. E' successo intorno alle 15 di oggi all'interno degli uffici della polizia locale nella cittadina alle porte di Milano. I due sono morti dopo essere stati ricoverati in condizioni disperate, uno al Policlinico di Milano e l'altro in ospedale a San Donato.

A sparare è stato Massimo Schipa. La vittima è Massimo Iussa, 49 anni. Le indagini sul caso sono state affidate ai carabinieri di San Donato, che stanno passando al vaglio le immagini delle telecamere di sorveglianza e verificando le testimonianze. Gli investigatori stanno appurando se alla base della lite da cui è scaturito il gesto ci siano dissidi relativi all'assegnazione dei turni di lavoro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata