Milano, uomo accoltella moglie e figli e poi si suicida tagliandosi la gola

Milano, 18 sett. (LaPresse) - Questa mattina alle 7 un 42enne filippino ha accoltellato la moglie e i due figli e poi si è ucciso conficcandosi un coltello nella gola. L'omicidio-suicidio è avvenuto nell'appartamento dove abitava la famiglia, in largo Camillo Caccia Dominioni a Milano. L'uomo ha accoltellato prima il figlio 16enne, uccidendolo con una ferita alla gola, poi ha colpito la moglie 50enne con dei fendenti alla schiena, quindi ha cercato di uccidere la figlia 20enne, ferendola all'addome, ma la ragazza si é salvata perché si è rifugiata da una vicina, e infine si è suicidato. A chiamare la polizia è stata proprio la moglie del 42enne filippino. Quando gli agenti sono arrivati hanno trovato l'uomo riverso sul letto, con il coltello ancora conficcato in gola. Ai piedi del letto c'era il figlio privo di vita. La figlia è stata porta d'urgenza alla clinica Humanitas a Rozzano, dove è stata operata. La moglie, invece, è stata trasportata in codice giallo al Fatebenefratelli. Ancora da chiarire le cause che hanno portato l'uomo a cercare di sterminare la famiglia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata