Milano, uccide padre e compagna e poi si suicida
A dare l'allarme il fratello 32enne dell'omicida che ha trovato i tre corpi

Ha ucciso il padre e la compagna di lui a colpi di pistola. Poi ha rivolto l'arma verso di sé e ha premuto il grilletto. È successo lunedì sera all'interno dell'azienda di famiglia Nuova Seri Cart di via Zara 32 a Cormano, in provincia di Milano. Le vittime sono Romano Platini, 64enne di Cinisello Balsamo, la convivente Anita Salsi, 54 anni, e il figlio di lui, Maurizio Platini di 43.

A trovare i tre cadaveri è stato il fratello dell'assassino, 32 anni, che, non vedendo rincasare i familiari, insieme alla cognata è andato a controllare nel capannone. Per i carabinieri di Sesto San Giovanni, che indagano sul caso, il movente del doppio-omicidio suicidio sarebbe racchiuso nei dissidi familiari per il futuro dell'azienda, sul mercato della grafica pubblicitaria da oltre tre decenni. I figli vi lavoravano come dipendenti, ma da qualche giorno il 43enne era stato licenziato.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata