Milano, trovato cadavere bruciato e fatto a pezzi. Polizia: "Identificazione solo con l'autopsia"

Scoperto dai vigili del fuoco intervenuti per un piccolo incendio di rifiuti in un condominio di Quarto Oggiaro

Un cadavere carbonizzato e fatto a pezzi è stato trovato in via Cascina dei Prati, a Milano, in zona Quarto Oggiaro, nella serata di ieri. Il macabro ritrovamento è stato fatto dai vigili del fuoco, intervenuti per un incendio di rifiuti in un angolo di un condominio, anche fra mobili e divani in fiamme. Non era stata tagliata solo la testa, ma pure le braccia e le gambe: i pezzi sono stati trovati accanto al cadavere. Ad allertare i soccorsi un condomino. Sono intervenuti anche la polizia e i carabinieri.

Per identificare il corpo, tuttavia, bisognerà attendere i risultati dell'autopsia. L'esito dell'esame dei resti, che passeranno al vaglio del Labanof (Laboratorio di antropologia e odontologia forense) dell'Università degli Studi di Milano e della dottoressa Cristina Cattaneo, sarà fondamentale per capire se si tratti di un uomo e di una donna. Intanto, la squadra mobile di Milano e la polizia scientifica sono al lavoro per cercare di chiudere il cerchio intorno alla scoperta, fatta in un luogo con diverse masserizie. Tanto che diventa difficile distinguere quali oggetti fossero legati in qualche modo o meno alla scena dell'omicidio della persona, uccisa e poi fatta a pezzi per poi essere data alle fiamme. Visto che, a quanto pare, si è trattato di un rogo di origine dolosa.

"Ho visto il fuoco e ho chiamato i pompieri. L'incendio era sicuramente di origine dolosa. Evidentemente, è stato appiccato per cercare di coprire il cadavere", ha raccontato a questo proposito un testimone ai microfoni di SkyTg24.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata